Blend

Le opere di JD Doria mettono insieme scienza, come disciplina empirica, e arte, come espressione di  un essere interiore che evita le regola. JD Doria utilizza Petri dish che vengono usati come contenitori nei laboratori per soluzioni chimiche solide e liquide; il Petri dish è definito come un suolo agricolo. JD Doria monitora le reazioni tra gli elementi e il risultato è rivelatore. Il Petri dish diventa una tela dando vita a nuove forme che, come ha detto l’artista, è a limite tra l’organico e l’intagibile. La fotografia riesce, infine, a rendere la sua arte ancora più sorprendente.

Into the food progetta Blend facendo il possibile per creare enfasi tra i visitatori, l’artista e i processi artistici che segue. Ogni visitatore può liberamente decidere quale salsa e miscela, con una selezione basata sulla densità e il colore. Ad ogni modo il visitatore ripercorre lo stesso processo dell’artista attraverso il cibo, aspettando di visualizzare risultati soddisfacenti che venivano invitati a postare e condividere sui social media. Di conseguenza, le persone possono assaporare la loro creazione e guardando le opere d’arte raggiungeranno la coscienza del microcosmo esistente descritta da JD Doria.

Tags: eating design, food design, JD Doria, roma, Rome
www.spazioginko.com